📁
Turismo in Russia Turismo in Russia è il portale del fai da te dedicato al viaggiare in RussiaTurismo in Russia
Viaggi in Russia > In viaggio

Come vestirsi

Che tipo di abbigliamento portarsi con se durante il viaggio

Uniforma militare russa: La nuova uniforma disegnata dalla modella russa Valentina Iudashkina

Uniforma militare russa
La nuova uniforma disegnata dalla modella russa Valentina Iudashkina

La Russia è un paese di dimensioni enormi, possiamo dire “ciclopiche”, tuttavia a dispetto della mole assai vasta del paese, vi troviamo poche e limitate varietà climatiche, quindi fatte alcune dovute eccezioni, è possibile anche generalizzare.

Il clima che maggiormente caratterizza la Russia, è quello continentale, ovvero un clima caratterizzato dalla lontananza dal mare, una lontananza che rende “tempo atmosferico” a assolutamente poco mite e assoggettato a repentini cambiamenti meteorologici nonché al netto manifestarsi delle stagioni senza “mezzi termini”.

Ecco quindi che nell'arco della giornata, sia la temperatura, come anche la ventosità più cambiare repentinamente più volte, soprattutto nei mesi più freddi: Il turista inesperto, potrebbe venir facilmente sorpreso “impreparato” con un abbigliamento non idoneo all'occasione.

Il consiglio che ci sentiamo fortemente di suggerire a tutti i viaggiatori, è di portarsi con se una giacca pesante con l'imbottitura interna staccabile, in modo da “eliminare” uno strato, nel caso capiti la giornata insolita più calda delle altre, ma nel contempo essere sempre pronti ad affrontare condizioni climatiche impervie che potrebbero anche presentarsi in stagioni per noi inconsuete.

Viaggiando, occorre fare molta attenzione anche al “peso” degli abiti: In genere indumenti di tipo “militare” a pari peso, offrono un maggior isolamento termico; Quando si viaggia per turismo, è estremamente importate al fine di una maggiore comodità, andare in giro con vestiti il cui peso non si senta addosso ma che comunque offrano una buona protezione contro le intemperie.

Nelle zone ventose come per esempio a San Pietroburgo, è opportuno sincerarsi che l'abito (giacca, cappotto, piumino) non lasci traspirare l'aria dalle cuciture o dalla maglia del tessuto, in caso contrario, un indumento efficace contro il freddo in situazioni “rigide” ma di assoluta “normali”, con la prima alitata di vento, diventerebbe del tutto inappropriato per via della forte dispersione termica causata dal filtrare dell'aria all'interno. Un indumento ottimale, deve essere ricoperto da una stoffa impermeabile all'aria e all'acqua, in modo da creare un “effetto serra” tra il corpo e l'indumento, che andrà ad “ammorbidire” eventuali sbalzi repentini di temperatura, e soprattutto a mantenere un calore costante: Pur fitte che siano le trame del tessuto, lasceranno comunque trasudare il corpo quel giusto che basta per ossigenare l'epitelio, a meno che non vi avvolgiate in un “goldone” in lattice.. cosa che vi farà cuocere “lentamente”.

A contatto della pelle, un indumento di cotone/lana tipo "Liabel" (oppure esclusivamente in lana – tessuto ottimale a chi lo tollera) accumulando calore, offre un supporto efficace contro la dispersione termica diminuendo i drastici e repentini cambi di temperatura a cui l'organismo viene assoggettato passando tra ambienti con temperature diverse (per esempio quando si esce dalla linea metropolitana, o si entra nei negozi/locali che in inverno sono abbondantemente riscaldati), la percezione del freddo, aumenta più è repentino lo sbalzo di temperatura! Oltre a ciò, le variazioni di temperatura non sono affatto salubri, quindi coprirsi in modo adeguato, è anche un metodo preventivo contro raffreddori indesiderati che potrebbero precludere il buon esito della vostra vacanza.

Per quanto riguarda la parte bassa del corpo, i pantaloni in velluto offrono una maggiore protezione alle basse temperatura; In situazioni particolari, soprattutto nel periodo invernale, è consigliato indossare anche una calzamaglia aderente.

Il vero punto debole che può andare a minare la tranquillità del viaggiatore, potrebbero essere costituito dai piedi, se questi non fossero sufficientemente protetti! In commercio esistono calzature con il pelo che permettono un buon isolamento termico anche senza dover indossare voluminosi e "folcloristici" calzettoni di lana.

Maggiore è lo spessore della suola, e maggiore sarà anche l'isolamento termico dal suolo gelido: Il piede, tende a dissipare al suolo il proprio calore, soprattutto mentre si sta fermi, in quanto il contato scarpa/terreno, in questo caso sarà “perenne”, mentre camminare aiuta a sviluppare calore e riduce il tempo con un cui la suola della scarpa rimarrà appoggiata a terra e di conseguenza diminuirà la dispersione termica della calzatura.

Un ultimo avvertimento: Se si viaggia nelle regioni della Russia a sud, limitrofe al mar Nero, mar di Azov o mar Caspio, durante il periodo estivo il clima risulterà estremamente caldo e soleggiato, portarsi con se anche solo una giacca risulterebbe superfluo, è consigliabile tuttavia portarsi appresso anche solo una semplice keeway in modo da proteggersi da eventuali e rare piogge inaspettate, a meno che non si voglia fare un giro sulle montagne del Caucaso, dove in alcuni tratti vista l'altezza, il clima differisce notevolmente rispetto a quello riscontrabile lungo le coste.

Buona Russia a tutti!

Argomenti nella stessa categoria