📁
Turismo in Russia Turismo in Russia è il portale del fai da te dedicato al viaggiare in RussiaTurismo in Russia
Viaggi in Russia

Viaggiare in Russia

Normative e regole “ufficiali” per andare in Russia alle quali gli stranieri devono sottostare

Polizia russa

Polizia russa

Gli stranieri che vanno in Russia devono portare con sé il passaporto valido almeno sei mesi a decorrere dalla data della scadenza del visto, una fotocopia dell’invito nel caso del viaggio d’affari o privato (la copia dell’invito non e’ necessaria se quest’ultimo e’ arrivato al Consolato via posta elettronica direttamente dal Ministero degli Esteri ).

Nel caso del visto turistico è necessario aver con sé anche le fotocopie del voucher e della conferma rilasciati dalla compagnia turistica russa o dall’albergo russo. I cittadini degli Stati di Schengen, nonché della Bulgaria, dell’Israele, della Repubblica Ceca e dell’Estonia devono portare anche una polizza di assicurazione per tutto il periodo del loro soggiorno in Russia.   

E’ consigliato portare una fotocopia delle pagine del passaporto con la fotografia e con  il visto per la Russia, e all’occorrenza gli originali o le fotocopie del permesso per il lavoro in Russia e del certificato del test negativo dell’Hiv (in caso del soggiorno in Russia più di 3 mesi).

Nel caso dello smarrimento del passaporto lo straniero deve informarne la rappresentanza diplomatica o consolare del suo paese, nonché l’autorità di vigilanza sui visti e passaporti del Ministero degli affari interni (MAI) della Russia dove lui era stato registrato.

In caso di necessità i visti rilasciati dal Consolato possono essere prorogati in Russia. Per questo e’ necessario fare l’apposita richiesta all’autorità di vigilanza sui visti e passaporti del MAI della Russia tramite l’organizzazione, la compagnia o la persona che hanno invitato lo straniero. Se uno straniero non esce dalla Russia prima della scadenza del suo visto dovrà pagare una multa o in casi gravi ne avrà la responsabilità penale.

I cittadini stranieri sono tenuti a compilare le carte d’immigrazione all’arrivo nella Federazione Russa  in russo o in inglese e consegnarle ai posti di controllo dei passaporti. Le carte vengono distribuite negli aeri o nei treni diretti in Russia o ai posti di controllo dei passaporti. Il tagliando “A” della carta compilata va lasciato direttamente al posto di controllo dei passaporti.

Il tagliando “B” e’ consegnato, o dallo stesso straniero, o da un rappresentante dell’ente che l’ha invitato all’autorità di vigilanza sui visti e passaporti del MAI della Russia nella località di soggiorno in Russia entro 3 giorni dall’arrivo oppure entro 24 ore in caso di alloggio alberghiero. Sul tagliando “B” viene messo il timbro della registrazione dopo di che il tagliando viene restituito allo straniero affinché quest’ultimo lo consegni al posto di controllo dei passaporti alla partenza dalla Russia. Nel caso di smarrimento del tagliando “B” lo straniero è invitato a rivolgersi all’autorità di vigilanza sui visti e passaporti del MAI per ottenerne una copia.

E’ strettamente necessario compilare all’arrivo in Russia una dichiarazione doganale (A) nel caso dell’importazione in Russia delle valute straniere, rubli russi, titoli e traveler’s checks,  metalli e pietre preziose, valori culturali, armi e merci destinate  all’attività commerciale, nonché del bagaglio spedito separatamente. Questa dichiarazione con il timbro della dogana va conservata fino alla partenza dalla Russia. Nella dichiarazione doganale (A) occorre indicare separante le valute straniere, Rubli russi, traveler’s checks e titoli per la somma totale di $ 10,000.00 e più. Non esiste nessuna restrizioni per la somma dei valori importati in Russia.

Non e’ necessario compilare una dichiarazione doganale per le valute straniere e Rubli russi che non superano la somma complessiva di $ 3,000.00, dunque all’arrivo e alla partenza si può usare il “corridoio verde”.

Alla partenza dalla Russia e’ necessario compilare una dichiarazione doganale (P) nel caso dell’esportazione delle valute straniere e Rubli russi per la somma totale di $ 3,000.00 e piu’, nonche’ delle armi e dei valori culturali. Ai viaggiatori e’ vietato portare via dalla Russia le valute straniere  e Rubli russi per le somme totali di $ 10,000.00 e piu’. Tuttavia si può farlo consegnando la dichiarazione doganale (A) che conferma l’importazione di queste somme all’arrivo in Russia.

All’uscita dalla Russia i traveler’s checks vanno dichiarati nel caso se la loro somma totale supera $ 10,000.00. In altri casi i traveler’s checks possono essere dichiarati o meno alla discrezione dello straniero.

Nel caso che le somme delle valute straniere, Rubli russi, traveler’s checks e titoli superano i limiti stabiliti dalla legge russa i viaggiatori possono consegnare questi valori in eccesso alla dogana russa e ritirarli entro due mesi. Questo periodo può essere prorogato per altri due mesi. Si può anche delegare a una altra persona il ritiro dei valori consegnati alla dogana.

Dette regole non riguardano le carte di credito.

Nel caso dell’esportazione dei valori culturali occorre anche presentare un certificato rilasciato dal negozio dove questi ultimi vennero acquistati. Secondo la legge russa alcuni valori culturali sono considerati il patrimonio nazionale e possono essere portati via dalla Russia solo sull’autorizzazione del Ministero della Cultura. Dunque e’ consigliato d’informarsene all’acquisto degli oggetti artistici (opere d’arte, libri, documenti ecc.).

Argomenti nella stessa categoria